Monthly Archives: Oktober 2020

Analyse des prix à court terme des bitcoins : 20 octobre

by ,

Le graphique de Bitcoin est actuellement très chaud, car le jeton continue sa quête pour re-tester 12 000 $ au cours des prochaines 24 heures. Alors que le marché est toujours haussier pour les bitcoins, d’autres altcoins indiquent une tendance baissière, et le même sentiment pourrait donc se glisser dans le graphique de Bitcoin. Pour le moment, Bitcoin se négocie près de 11,85 k$, mais la volatilité a poussé le prix momentanément au-dessus de 11 900 $.

Retrouvant son plus bas niveau local la première semaine de septembre, Bitcoin a réagi fortement après avoir testé la fourchette de support de 9 800 à 10 000 dollars. En franchissant les principales lignes de Fibonacci, la CTB se situe actuellement au-dessus des 0,786 lignes après une rupture massive du triangle symétrique. Le prix a rapidement dépassé les 11 550 dollars, puis s’est consolidé au-dessus de 11 700 dollars au cours des dernières heures.

Maintenant, dans la dernière fenêtre de 4 heures, le prix a ouvert une fenêtre de négociation entre 11.711 et 11.943 dollars. La volatilité s’est poursuivie jusqu’à la prochaine bougie puisque Bitcoin est évalué à 11 883 dollars au moment de la mise sous presse.

Maintenant, grâce au soutien de la moyenne mobile de 50, le marché de la CTB a également bénéficié d’une augmentation du volume en équilibre (OBV). L’inclinaison constante de l’OBV au cours des dernières semaines est fondamentalement importante du point de vue de la chaîne. Le marché est actif et pourrait bien favoriser un pic de bitcoin.

Cependant, la rupture imminente au-dessus de 12 000 dollars pourrait être au mieux de courte durée. En raison de la reprise rapide, une période de correction devrait également être prise en compte. Alors que le prix a oscillé entre un canal ascendant, le prix va connaître une fausse rupture haussière, avant de tomber en dessous de 12 000 $.

Un nouveau test à 12 000 $ serait toujours positif, car il serait plus probable que la CTB teste à nouveau la résistance vers la fin du mois. Le RSI stochastique a suggéré un croisement haussier près de la zone de survente, d’où un déplacement certain de la dynamique vers les acheteurs. Les marchés seront agités au cours de la semaine actuelle, alors que le Bitcoin se consolide près de la fourchette des 12 000 dollars.

Regulation is making PayPal’s plans move away from the crypto thought

by ,

As it stands now, PayPal’s crypto drive is more about keeping regulators happy than providing crypto services to users.

PayPal has confirmed that the company will offer crypto payments on its global platform in the coming months.

The launch will begin in the United States, where a conditional PayPal called Bitlicense of the New York Financial received has. The regulator has the program last summer launched .

The devil is in the details

For crypto, this news is something big. But PayPal is being watched closely. The conditional bit license means that conditional licensees must partner with companies that have a full bit license (in this case that company is Paxos). This will then act as a kind of mentor. As the NYDFS explains, Conditional Licensees may also be subject to „enhanced review as to the scope and frequency of testing or otherwise.“

The conditional license is valid for two years. A renewal or upgrade to a full Bitlicense depends on the decision of Superintendent Linda Lacewell.

PayPal representatives did not want to comment on the form in which an intensified check would take place. Cointelegraph should speak to NYDFS about this. The representatives of the NYDFS did not want to specify exactly what an „intensified check“ would mean for PayPal.

The representatives of Paxos, however, did not want to comment on their role in the conditional Bitlicense from PayPal. This means that all three organizations made this news public, but did not want to go into the details regarding the regulatory agreement. It’s worrying when they don’t want to do this even when asked.

Crypto is what crypto does

Nobody knows which hurdles PayPal, with its more than 340 million users worldwide, still has to overcome in order to satisfy the regulatory authorities. But the company will clearly have to do everything in its power to prevent crypto from behaving like crypto on its platform. Customer data collection, which PayPal has always done, is a problem here.

The PayPal wallet is not only used for storage, but also as a silo. According to the company’s FAQs on cryptocurrencies, users will neither have private keys nor be able to transfer their holdings to other wallets:

„Currently, you can only hold the cryptocurrency that you buy from PayPal in your account. In addition, the cryptocurrency in your account cannot be transferred to other accounts with or outside of PayPal.“
What does that mean? The coins do not belong to the user on PayPal. Other large companies will probably have to comply with this standard in order to work in the crypto sector.

For some time now one has heard of regulatory „whitelists“. These are crypto exchanges and companies that want to adhere to strict regulations and that can only do business with approved wallet addresses. This practice is not yet enshrined in law.

With PayPal it could come to the point that the regulatory authorities only allow crypto on the major platforms if these currencies cannot be transferred to other platforms. This is a more aggressive measure than a whitelist. This means that you are completely dependent on third parties, there is no risk of peer-to-peer transfers, and you cannot interact with people who cannot already open PayPal accounts. That doesn’t really correspond to the crypto idea. At least as it is now.

Ecco come gli hacker hanno rubato 22 milioni di dollari agli utenti di Electrum Bitcoin Wallet

by ,

Gli hacker continuano a utilizzare un semplice exploit malware per rubare Bitcoin (BTC) agli ignari utenti del portafoglio Electrum.

Dagli attacchi malware agli exploit di criptojacking e ai vettori di attacco, le entità malintenzionate continuano a escogitare mezzi per rubare i cryptos. La vigilanza costante e la valutazione regolare delle misure di sicurezza rimangono le migliori forme di difesa contro questi criminali informatici.

Rubare Bitcoin tramite falsi aggiornamenti del portafoglio elettronico

Gli utenti di portafogli elettronici sono ancora vulnerabili a un vettore di attacco che ha visto circa 22 milioni di dollari in BTC rubati alle vittime. Secondo la piattaforma di notizie tecnologiche ZDNet, una tecnica scoperta nel 2018 è ancora utilizzata da attori disonesti.

Questo particolare exploit colpisce gli utenti con versioni precedenti di Electrum. Secondo quanto riferito, gli hacker usano falsi server Electrum per spingere gli aggiornamenti dannosi ai proprietari di vecchie versioni del portafoglio.

Se la vittima prevista installa l’aggiornamento, appare un popup che chiede una password una tantum (OTP). L’inserimento di questo OTP sull’aggiornamento del portafoglio maligno dà all’aggressore l’approvazione a drenare i fondi dall’utente.

Nonostante sia un noto vettore di attacco, i criminali informatici continuano a vedere il successo di questo particolare exploit. Già in agosto, BeInCrypto ha riferito di un caso in cui una vittima ha perso 16 milioni di dollari in Bitcoin Evolution a causa di questo stesso malware.

Nel maggio 2019, 4,6 milioni di dollari erano stati rubati anche agli utenti di Electrum con oltre 150.000 host infetti. Questo vettore di attacco è possibile perché l’architettura aperta di Electrum permette a chiunque di creare un server Electrum. Nella maggior parte dei portafogli, l’applicazione host stessa controlla e gestisce i server.

In questo modo, è possibile per gli attori disonesti spingere continuamente gli aggiornamenti carichi di malware verso vittime ignare. Questi aggiornamenti reindirizzano gli utenti a scaricare il portafoglio Electrum da fonti non ufficiali.

Il team di sviluppo di Electrum ha cercato, dal canto suo, di mitigare il problema, inserendo in una lista nera i server associati a questi attacchi malware. Hanno anche pubblicato aggiornamenti che impediscono agli amministratori dei server di inviare pop-up HTML ai possessori di portafogli.

Tuttavia, i criminali informatici possono creare nuovi server e gli utenti dei vecchi portafogli Electrum rimangono vulnerabili a questo attacco. Come sempre, i possessori di portafogli dovrebbero rimanere vigili quando eseguono aggiornamenti alle loro app e interagire solo con i siti web ufficiali del progetto.

Mode, una società FinTech dietro le liste delle applicazioni di Bitcoin Bank alla Borsa di Londra

by ,

 

Mode, una delle apps bancarie Bitcoin in più rapida crescita a Londra, ha iniziato a fare trading sul London Stock Exchange.

La società FinTech ha emesso 15 milioni di azioni ordinarie, con un conseguente aumento di 7,5 milioni di sterline. A causa dell’eccesso di sottoscrizione, Mode ha superato il suo obiettivo originale di raccogliere 5,0 milioni di sterline. Mode sta alimentando la progressione verso l’economia digitale, introducendo un’infrastruttura bancaria di nuova generazione per il denaro e Bitcoin.
Mode inizia a fare trading sulla LSE

Secondo un recente rapporto, Mode ha iniziato a fare trading sulla LSE ( London Stock Exchange ), in cui ha sovrascritto. La società FinTech dietro un’applicazione della banca Bitcoin cercava originariamente di raccogliere 5,0 milioni di sterline attraverso il mercato principale della LSE, ma ha finito per solidificare 7,5 milioni di sterline attraverso 15 milioni di nuove azioni ordinarie.

Jonathan Rowland, il Presidente Esecutivo, ha dichiarato questo:

„Oggi segna un momento cruciale per Mode, come una delle prime società di servizi finanziari quotate in borsa con un’offerta di beni digitali focalizzata sul consumatore da quotare sul mercato principale di LSE“.

Rowland ha aggiunto anche questo:

„L’ammissione di Mode è un voto di fiducia nella nostra strategia di business e nella nostra missione di ridurre la frammentazione e le inefficienze nel settore bancario, dei pagamenti, degli investimenti e della fidelizzazione“.

Mode Bitcoin Bank App

Mode continua a concentrarsi sull’economia digitale, creando un’esperienza di nuova generazione che unisce banche, pagamenti, investimenti, fedeltà e valute digitali. Con l’attenzione della Banca d’Inghilterra per i tassi di interesse negativi, si ritiene che circa l’83% dei possessori di BTC sia alla ricerca di migliori opportunità di interesse nei mercati cripto. Oltre a comprare, vendere e inviare Bitcoin, Mode offre un ambiente di tassi di interesse redditizio per i possessori di Bitcoin.
Comprare, vendere, tenere e inviare Bitcoin

In una spinta per rendere il Bitcoin più accessibile e conveniente per le masse, l’applicazione di banca Mode Bitcoin crea un’esperienza senza soluzione di continuità per l’acquisto, la vendita, la detenzione e l’invio di Bitcoin.
Mode

Facendo leva sui fondi in sterline e in euro, gli utenti della piattaforma possono acquistare Bitcoin istantaneamente. A differenza di molte altre piattaforme FinTech, Mode cerca di mantenere i prezzi al minimo. Se un utente decide di acquistare Bitcoin istantaneamente, incorrerà in una piccola tassa dello 0,99% per acquisti e vendite. È importante notare che non c’è un periodo di lockup sulla piattaforma. Se un utente ha bisogno di accedere al proprio Bitcoin, i prelievi saranno istantanei e possono avvenire in qualsiasi momento.
Banca Bitcoin

Uno dei tanti modi in cui il Mode sta portando il Bitcoin alle masse è l’introduzione di un approccio interattivo. Come mostrato sopra, le piattaforme permettono di trasferire gratuitamente e istantaneamente il Bitcoin ad amici / familiari sull’app. Con molte app bancarie oggi, il processo di „ripagamento“ di un amico può ancora richiedere molto tempo. Con Mode, l’esperienza è immacolata, creando una piattaforma interattiva senza costi e senza attese.

Interesse Bitcoin

Il „Bitcoin Jar“ di Mode è un protocollo che permette agli utenti di guadagnare interesse sul loro Bitcoin. Come discusso in precedenza, in un ambiente in cui la Banca d’Inghilterra sta esplorando i tassi di interesse negativi, crea poche opportunità per i risparmiatori. I mercati di Crypto, d’altra parte, stanno capitalizzando questa opportunità, offrendo servizi finanziari che sono inesistenti nel settore bancario tradizionale.

Banca Bitcoin

La modalità offre attualmente il 5% di APY (variabile) per i possessori di Bitcoin. Nel settore bancario tradizionale, il conto di risparmio medio rende molto meno dell’1%. Per quanto riguarda il 5% APY, i rendimenti sono maturati giornalmente, e sono poi composti settimanalmente. I risparmiatori sulla piattaforma sono pagati settimanalmente, in cui i guadagni sono applicati ad un utente „Bitcoin Jar“ ogni venerdì.

Prospettive future

Dopo la quotazione in borsa della LSE, Mode prevede di continuare a costruire la sua piattaforma bancaria aperta. Ciò include l’integrazione dei motori di fidelizzazione e di ricompensa nell’app di Mode. La società FinTech immagina un mondo in cui i consumatori non hanno bisogno di una carta per interagire finanziariamente.